fbpx
h
London Office
Quick Contact

I ritardi e le incertezze nella definizione di regole e norme relative agli indici sintetici di affidabilità fiscale violano i diritti dei contribuenti

Gli ISA rappresentano un’ulteriore violazione dei diritti dei contribuenti e secondo AIDC e UNGDCEC, è indispensabile che vengano adottati gli opportuni provvedimenti a tutela e in difesa degli stessi e dei professionisti che li assistono.

A circa 51 giorni dalla scadenza per il pagamento delle imposte – e senza che, ad oggi, sia stato ancora rilasciato il software – si aggiungono le “complessità” derivanti dalle “modalità tecniche di gestione” e dalle complicazioni della struttura e del funzionamento delle pagelle dei contribuenti.
Secondo AIDC e UNGDCEC, la tardività delle istruzioni operative, aggravata dalla indisponibilità del software di elaborazione, va contro le regole dettate dallo Statuto dei diritti del contribuente, creando evidenti ostacoli alla preventiva e puntuale determinazione del carico fiscale.
Gli ISA sono di ausilio ai fini della predeterminazione dell’affidabilità della propria posizione fiscale, con dirette conseguenze sulla quantificazione delle imposte di periodo. I contribuenti possono indicare nelle dichiarazioni fiscali ulteriori componenti positivi al fine di migliorare il proprio profilo di affidabilità, accedendo al regime premiale.
Il ritardo nell’adozione dell’intero impianto regolamentare, risulta in contrasto tanto con l’art. 3, comma 2, dello Statuto (norma disponente che “in ogni caso, le disposizioni tributarie non possono prevedere adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata anteriormente al sessantesimo giorno dalla data della loro entrata in vigore o dell’adozione dei provvedimenti di attuazione in esse espressamente previsti”), sia con l’art. 6, comma 3, dello Statuto (in forza del quale “l’Amministrazione finanziaria assume iniziative volte a garantire che i modelli di dichiarazione, le istruzioni e, in generale, ogni altra propria comunicazione siano messi a disposizione del contribuente in tempi utili e siano comprensibili anche ai contribuenti sforniti di conoscenze in materia tributaria e che il contribuente possa adempiere le obbligazioni tributarie con il minor numero di adempimenti e nelle forme meno costose e più agevoli”).

Post a Comment