fbpx
h
London Office
Quick Contact

New 2020: detrazioni fiscali con obbligo di tracciabilità

studio lucci - detrazioni fiscali

Il comma 679 dell’art. 1 della Legge di Bilancio 2020 prevede che “Ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, la detrazione dall’imposta lorda nella misura del 19 per cento degli oneri indicati nell’articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e in altre disposizioni normative spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241“.

 

In sintesi: la tracciabilità delle detrazioni fiscali è obbligatoria e conseguente l’obbligo di effettuare i pagamenti delle principali detrazioni fiscali tramite bancomat, carte di credito, assegni bancari o circolari,carte prepagate bonifici. Solo attraverso queste modalità di pagamento il contribuente potrà beneficiare della detrazione fiscale del 19% sulla spesa sostenuta. Quindi, no al pagamento in contanti.

Ai fini della detrazione di seguito verranno elencate tutte le detrazioni interessate all’obbligo di pagamento tracciabile:
– per interessi passivi prima casa
– sui mutui per la costruzione dell’unità immobiliare
– spese mediche e sanitarie. Anche le spese veterinarie sono detraibili con pagamento tracciabile
– spese funebri
– spese universitarie e scolastiche. Le detrazioni in merito a quest’ultima è relativa alle spese per la frequenza di scuole dell’infanzia del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione
– detrazione per spese minori o maggiorenni con disturbo apprendimento DSA
– per i servizi di interpretariato dai soggetti riconosciuti sordomuti
– detrazione 19% sui premi per assicurazioni aventi oggetto il rischio di morte o invalidità permanente non inferiore al 5% ovvero di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana e sui premi assicurazione contro gli eventi calamitosi.
– detraibili anche le spese, che non superino i 210 euro sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento, per le attività sportive dei ragazzi, di età compresa tra i 5 e i 18 anni,
– affitto studenti fuori sede, presso una università ubicata in un comune diverso da quello di residenza, distante da quest’ultimo almeno 100 chilometri e comunque in una provincia diversa
– canoni di leasing per immobili da adibire ad abitazione principale per giovani under 35 anni
– per le spese sostenute dai soggetti obbligati alla manutenzione, protezione o restauro delle cose vincolate ai sensi della legge 1° giugno 1939, n. 1089
– spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico
– spesa sostenuta dai non vedenti per il mantenimento dei cani guida
– spese, per un importo non superiore a 2.100 euro, sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, se il reddito complessivo del contribuente non supera 40.000 euro
-il pagamentotracciabile è obbligatorio per i beni culturali e ambientali, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, che svolgono o promuovono attività di studio, di ricerca e di documentazione di rilevante valore culturale e artistico o che organizzano e realizzano attività culturali
-rientrano nell’obbligo di tracciabilità delle detrazioni anche le erogazioni in denaro, per importo non superiore al 2 per cento del reddito complessivo dichiarato, a favore di enti o istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni legalmente riconosciute che senza scopo di lucro svolgono esclusivamente attività nello spettacolo e le erogazioni liberali in denaro per un importo complessivo in ciascun periodo d’imposta non superiore a 1.500 euro, in favore delle società e associazioni sportive dilettantistiche (SSD e ASD). Analogamente sono detraibili con pagamento con strumenti tracciabili le erogazioni liberali a favore degli istituti tecnici superiori, delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e delle università, finalizzate all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e universitaria e all’ampliamento dell’offerta formativa. Infine sono detraibili le erogazioni liberali in denaro, per importo non superiore a 30.000 euro annui, a favore delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS)

Post a Comment